imm (8)

Non c’è dubbio che il tema della vendetta sia centrale nel cinema sudcoreano. Mentre nelle sale italiane si proietta “Old Boy” di Park Chan-Wook, “A bittersweet life” di Kim Jee Woon (“Two Sisters”) è stato presentato fuori concorso al 58esimo Festival di Cannes. Protagonista è Sunwoo, manager di un lussuoso albergo di Seoul, nonché braccio destro di Kang, capo della mafia locale. La sua vita, più amara che dolce, scorre fra regolamenti di conti, riscatti di crediti, lotte fra bande rivali. Fino al giorno in cui il boss gli chiede di sorvegliare la sua giovane compagna per scoprire se lo tradisce. Naturalmente Sunwoo si innamora della ragazza, e, pur sorprendendola con un l’amante, nasconde la cosa a Kang. Ma la verità viene a galla e da qui inizia la faida di cui si parlava poco sopra. Lo stile di Kim Jee Woon è davvero raffinato: estremamente patinata la fotografia, elegantissimi gli ambienti dell’albergo, coreografiche le numerose lotte. Tanto che in questo gangster movie, che diventa quasi un western nei primi piani dello scontro finale fra Sunwoo e Kang, la violenza viene sublimata nell’atto stesso di mostrarla. La brutalità delle immagini regala uno spettacolo visivo senz’altro affascinante, anche se, al contrario che in “Old Boy”, tutto resta in superficie. Ma forse è solo un sogno… Fonte trama

 

 

 

 
Versione: Video: DvdRip – Qualità V:8 – A:8

Streaming:
Putlocker

Download:

Bittersweet Life in Streaming ITA