Planet_Ocean_2012

Fotoreporter francese convertito all’ambientalismo, Yann Arthus-Bertrand negli anni si è distinto per l’ impatto grafico dei suoi lavori e dei suoi lungometraggi, con installazioni in tutto il mondo che parlano di un pianeta in crescita costante e incontrollata – tutto disponibile in Rete. La sua ultima opera, Planet Ocean, è un documentario di un’ora e mezza realizzato in collaborazione con il regista Michael Pitiot e la partnership di Omega, e atteso proprio al Rio+20 dove è arrivato puntuale a una première gremita di ospiti. Il film tratta dei problemi che affliggono le acque del pianeta – dall’inquinamento alla pesca non sostenibile – tra riprese e soggetti che dimostrano una vitalità vibrante in ogni singola inquadratura. Il tema non è sconosciuto, ma la collaborazione con alcuni tra i migliori operatori subacquei e aerei della scena mondiale lo rende attuale e forte come non mai. Scorci ad alta quota e incursioni sottomarine dominano i 90 minuti della proiezione, con una composizione delle scene sempre sorprendente e una sequenza di informazioni e osservazioni raccolte da oceanografi e biologi, che la voce narrante incatena una con l’altra per tracciare il bilancio della storia del pianeta-oceano e ammonire sul futuro cupo che lo attende. In chiusura, Planet Ocean si rivolge idealmente a quei potenti nelle stanze dei bottoni di Rio+20, con richieste precise che mirano alla salvaguardia delle acque mondiali: la concertazione di politiche globali più efficaci per regolamentare la pesca e incentivare lo sviluppo di mercati locali, un trattato sulla protezione dell’Artico dalla speculazione petrolifera e navale e molto altro. Tutte questioni che la recente bozza di accordo non prende in esame con l’attenzione che ci si aspettava. Nemmeno la proposta di una covenzione per la protezione degli oceani ha avuto esito positivo. Tornando al documentario, gli applausi alla fine della prima sono stati lunghi e convinti: la pellicola verrà diffusa alle ONG in maniera gratuita, ma è già in sè uno strumento potente, con tutto l’ appeal necessario per attrarre anche chi non si è mai interessato a queste tematiche: giusto quello che serve per combattere un’indifferenza che non ci possiamo più permettere.

Versione: BRRip – Qualità: A.10 – V.10

Streaming:
Nowvideo
Videopremium

Download:
Nowdownload
Rapidgator: 1° Tempo – 2° Tempo

Planet Ocean in Streaming ITA