Rino è calabrese ma vive a Roma, nel seminterrato del palazzo in cui il padre fa il portiere. Già adolescente scrive testi e suona la chitarra e già da questo momento il padre non lo capisce, crede che chieda l’elemosina, lo manda in collegio e poi a fare il muratore. Ma la musica dentro di lui non si spegne.
Quando conosce Irene e s’innamora di lei, si accosta anche al teatro d’avanguardia e si lega a un nuovo amico, Michele, professore di italiano. Spinto dai due, Rino suona al Folkstudio, con due prostitute di borgata a fargli da coriste, e viene notato da Alfio Cerioni (Giorgio Colangeli), il discografico che gli pubblica il primo Lp.
Il successo non arriva subito ma quando arriva lo travolge e lo getta fra le braccia di una fan, Chiara (Laura Chiatti), sebbene Irene (l’ottima Kasia Smutniak) resti il grande amore. Nel 1978 lo vuole Sanremo e lui, roso dai dubbi, sale sul palco vestito da pagliaccio, guadagnando, ciò nonostante, il primo posto in classifica.
Ma i tempi cambiano, il contratto con la RCA lo ingabbia, Chiara torna ad allontanarlo da Irene, Rino ha sempre meno tempo per gli amici e riempie di alcool le serate vuote d’affetto. La riconciliazione col padre è un nuovo invito alla vita, ma quella che gli resta è troppo poca.
Prodotto da Claudia Mori per la Rai, Rino Gaetano-Ma il cielo è sempre più blu è una fiction in due puntate diretta da Marco Turco e scritta a dieci mani da un pool di bravi sceneggiatori. Di impianto biografico ma mai agiografico, racconta con freschezza e senza forzature la genesi delle canzoni più popolari di Gaetano, da “I love you Maryanna” a “Gianna” e “Nun te reggae più”, da “Tu, forse non essenzialmente tu” ad “Aida” e “Mio fratello è figlio unico”, e mette in scena l’estro e la diversità di un artista fra i migliori della canzone italiana, nato e rimasto figlio del portiere, incapace di stare “da una parte o dall’altra” come gli chiedono i tempi, ma capace di coraggiose denunce in versi e di ballate struggenti.
Claudio Santamaria aderisce intimamente al personaggio, lo fa proprio, si diverte e soffre con lui, canta i suoi pezzi con la propria voce. La regia di Marco Turco fa bene, dunque, a non lasciarlo un attimo, a seguirlo il più da vicino possibile, senza mai anticiparlo o pretendere di saperne più di lui della sua vita in fieri…

 

VIDEO: DVDRIP – AUDIO: AC3 – QUALITÀ: V8 A8

Streaming:
VideoWeed Parte1 Parte2
PutLocker Parte1 Parte2
VideoBB Parte1 Parte2
VideoZer Parte1 Parte2
Download:
Wupload Parte1 Parte2
FileServe Parte1 Parte2
UploadStation Parte1 Parte2
Bitshare Parte1 Parte2
FileSonic Parte1 Parte2

Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu in Streaming ITA