Barbara è una studentessa di filosofia, Nicolas vorrebbe fare del cinema ma per ora si accontenta di noleggiare film. È nel negozio di lui, parlandosi attraverso i titoli delle pellicole, che Barbara e Nico si conoscono e s’innamorano, fino a diventare una cosa sola, prima, e a concepire l’idea di creare una cosa altra, poi, che sia il frutto del loro amore. Ma la gravidanza e i primi mesi di vita di Léa non sono il “lieto evento” che Barbara si aspettava: la coppia scoppia, le frustrazioni sopite esplodono e lei si trasforma fino a perdersi.
Come il protagonista maschile della vicenda, il regista Rémi Bezançon vorrebbe fare del cinema ma si ritrova a lavorare ad un succedaneo. L’adattamento del libro di Eliette Abécassis (“Lieto Evento”) segue infatti una formula cronachistica e illustrativa, che brucia le tappe drammaturgicamente più interessanti e dilata invece i momenti d’ordinanza, nel nome di una verità sociologica che non è sconosciuta quanto farebbe comodo al film che fosse. Piuttosto, forse, è una verità che si conosce solo con l’esperienza, ma anche questo è un concetto preso in considerazione e maldestramente esplicitato “imponendo” alla donna divenuta madre di abbandonare la filosofia teoretica in favore del romanzo-verità, insieme liberatorio e più ombelicale che mai.
Se la prima parte azzarda un’estetica particolare, che associa al viaggio psicologico nell’ignoto una serie di sequenze immerse in fondali cosmici e pop, non particolarmente fantasiosi o entusiasmanti, la seconda metà è più realistica e dà la possibilità di apprezzare la prova attoriale notevole di Louise Bourgoin. Solo attraverso di lei e le metamorfosi a cui sottopone il volto, ancor più che il fisico, passa qualche iniezione di emozione in dose minima e dunque insufficiente, specie se si considera che il film si ripropone programmaticamente di raccontare qualcosa di travolgente. Ma è un annuncio che resta nelle intenzioni (e nel titolo italiano, Travolti dalla cicogna ). Dalla scena del corteggiamento attraverso i titoli del DVD, sprecata in un montaggio accelerato e in una serie di inquadrature senz’anima, al climax di ovvietà rappresentato dal parto, il film che vorrebbe raccontare gioie e dolori del dare alla vita manca clamorosamente della stessa e si risolve in una serie di episodi nutriti di clichés, buoni al massimo per un articoletto saggistico da settimanale d’intrattenimento…
Versione: Video: BDRip – Audio:LD – Qualità V:10 – A:10

 

Streaming:
NowVideo: Parte1Parte2
PutLocker
: Parte1Parte2

Download:
LikeUpload: Parte1Parte2
RapidGator: Parte1Parte2

Travolti dalla cicogna in Streaming ITA